Mete ideali per le vacanze estive.

Ci siamo, mancano due mesetti e finalmente sarà ESTATE, la mia stagione del cuore, con le giornate che si allungano, dove l’aria di vacanza è onnipresente, le strade sono deserte – per la mia gioia nel tragitto casa-lavoro e viceversa! Io non so se andrò in vacanza quest’anno, ma non “dispero” perchè tra poche settimane, finalmente ed in anticipo arriveranno le ferie, anche se le catalogo più come ferie da compleanno dei 30 anni!

Ad ogni modo, la maggior parte delle persone, se non l’ha già fatto, a breve sceglierà la meta per queste ferie estive, tanto desiderate e agoniate e quale migliore occasione, se non fare un elenco delle possibili scelte?

photo-1515876879333-013aa5ea1472
Fonte Unsplash. Foto di Heather Ford.

Partiamo…:)

Avete voglia di relax in spiaggia e mare dalle acque cristalline?

Per chi ama questo genere di vacanza consiglierei una delle tante isole che la Grecia ha da offrire, come già detto in altri post, in Grecia non ci ero mai stata fino ad un anno fa e me ne sono proprio innamorata, ho avuto modo di scoprire più isole grazie all’ island hopping – consigliato per chi ha ALMENO 10 giorni di vacanza, se no è tutt’altro che rilassante, al contrario, risulterebbe una sfacchinata e per chi ha solamente una settimana, non vale la pena affrontare.

Consiglio vivamente Santorini, Mykonos e Koufonissi –  visitate dalla sottoscritta, ma anche Naxos e/o Paros, altre isole di straordinaria bellezza e dal mare stupendo (guardate le foto su Google 😉 ).

 

Alcuni dei miei scatti della vacanza nelle Cicladi della scorsa estate.

Ovviamente ci sono altri posti da esplorare: le isole Ionie con la bellissima Zante oppure Paxos e la minuscola Anti Paxos. Molto in voga negli ultimi anni anche Skiathos e Skopelos, che fanno parte dell’arcipelago delle Sporadi.

 

Che ne dite anche di una vacanza nella sempre vicina e bellissima Croazia? Raggiungibile anche via macchina. Sono passati tanti anni dalle mie vacanze croate, quando ancora non era così esplorata dai turisti e ne ho sempre un bellissimo ricordo. L’isola di Rab, per chi ama il mare cristallino con gli scogli oppure la vivace isola di Pag, ma anche la Croazia continentale con la bellissima costa Dalmata e le sue favolose ed infinite spiagge di sabbia dorata.

rab-1903239_960_720
Porto di Rab. Fonte Pixabay.

Consigliatissima una visita ai famosissimi Laghi di Plitvice, nella Croazia centrale. Si tratta di un parco forestale, i cui 16 laghi sono collegati da cascate, che si estendono in un canyon calcareo. Sono visitabili grazie a sentieri e a 18 km di passerelle di legno che si snodano tra i laghi. Nel 1979 sono stati dichiarati patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

plitvice-lakes-520829_960_720

Fonte Pixabay.

Purtroppo, essendo passati più di 15 anni non ho foto della Croazia in digitale, allora si usavano ancora le macchine fotografiche con il rullino, ma su Internet troverete tantissimo informazioni e foto a riguardo.

Stessa cosa vale per la nostra bella Italia e le sue bellissime spiagge, se vi dicessi Salento?! Mare azzurrissimo e spiagge dorate, alle quali potete alternare una gita nella stupenda città di Lecce, talmente bella da essere stata rinominata la Firenze del Sud, ma anche alle altre cittadine: Otranto, Santa Maria di Leuca, Gallipoli, Castro…per citarne alcune.

 

Siete più tipi da viaggi in montagna? Ecco qualche idea anche per voi. 🙂

Estate non sta solo a mare e spiaggia, c’è anche il tipo di viaggiatore che ama la montagna, in cerca di aria fresca e di lunghe passeggiate tra i boschi.

Consiglio la regione del Trentino Alto-Adige, dove potete abbinare visite alle sue città di Trento e Bolzano, ma anche ai piccoli paesini di montagna, ad esempio Moena o Canazei, vissute dalla sottoscritta, anche se durante la stagione invernale, a mio avviso sempre molto belle e caratteristiche. E che ne dire di una bella scampagnata al Lago di Braies? Protagonista di vari set cinematografici e luogo estremamente romantico, oltre che fiabesco.

 

lake-2582653_960_720
Presa da Pixabay.

Amanti dei viaggi itineranti? Le mie proposte “estive” per voi. 😉

Se non siete ne tipi da mare, ne da montagna, ma amanti dei viaggi itineranti – alla scoperta della cultura e dell’arte delle città, non temete! Ho in mente qualche località perfetta da girare anche in estate, senza essere travolti dal caldo soffocante.

Un road trip in Irlanda, alla scoperta dell’isola di smeraldo, perdendosi tra i suoi paesaggi incantati e le sue città più famose, quali Dublino e Galway, ad esempio.

ireland-122799_960_720
By Pixabay.

 

 

photo-1518005068251-37900150dfca
Foto di Diogo Palhais. Fonte Unsplash.

Un tour tra i Fiordi norvegesi e la possibilità di spingersi su, fino a Capo Nord e riuscire a vedere il famosissimo fenomeno del sole di mezzanotte? Mi pare sia un’ottima idea e un viaggio da sogno.

fjords-3611415_960_720
Pixabay.

 

north-cape-506952_960_720
Pixabay.

Un’ulteriore, ottima alternativa è quella di un tour alla scoperta delle capitali delle Repubbliche Baltiche, dove in estate le giornate, ovviamente sono più lunghe e le temperature non salgono quasi mai sopra i 25 gradi. Cosa aspettate? Tallin, Riga e Vilnius vi aspettano!!!

 

 

 

 

latvia-3725547_960_720
Fonte Pixabay.

Spero di avervi dato qualche dritta per le vostre vacanze estive e auguro buone vacanze a tutti, ovunque decidiate di andare! 😉

 

Isole Canarie, quale scegliere?

L’estate, si può dire sia alle porte e con essa tantissime persone, puntuali come un orologio svizzero mi chiedono quali isole delle Canarie visitare, per le loro vacanze estive. Alle Canarie ci ho vissuto per tre anni e mezzo e la compagnia per la quale lavoravo mi ha fatto spostare parecchie volte nelle varie isole, quindi alla domanda che isola farebbe al caso mio ho le risposte pronte, per qualsiasi tipo di viaggiatore.

LANZAROTE

E’ l’isola in cui ho vissuto per più tempo, nonostante cambiassi isola, riuscivo sempre a farmici riportare. E’ la più bella, a mio avviso. I colori predominanti sono il nero della lava vulcanica e il rosso dei tantissimi vulcani, che si contrastano con i colori oro di alcune spiagge e l’azzurro cristallino dell’oceano. Ci sono tantissime spiagge da scoprire, i vulcani del Timanfaya, las Cuevas de los Verdes – che deve la sua creazione alla grande eruzione vulcanica e anche possibile effettuare un’escursione giornaliera alla piccola isola della Graciosa, da poco entrata a far parte come ottava isola canaria. Penso che Lanzarote sia ideale per combinare momenti di relax in una delle tantissime spiagge (la migliore è Playa Papagayo) e le tanti escursioni che l’isola ha da offrire.

Adatta agli avventurieri e agli amanti del trekking e della natura.521618_10201581736572114_159104055_n1004635_10201581739772194_439338971_n

playa-del-papagayo-2437600_960_720
Playa Papagayo. Fonte Pixabay.
lanzarote-3569314_960_720
Vigneto tra i vulcani. Fonte Pixabay.

FUERTEVENTURA

La più selvaggia, avete presente km e km di strade deserte e qualche capretta qua e là? Benvenuti a Fuerteventura, la vicina di Lanzarote, si dice che millenni di anni fa le due isole fossero attaccate. Fuerteventura è l’isola del vento, in generale tutte le isole che formano le Canarie sono molto ventilate, ma qui il vento è davvero tanto, difatti è anche l’isola dei kitsurfers, le spiagge qui, sono lunghe distese di sabbia dorata che si allungano per vari chilometri, a mio avviso è qui che ci sono le spiagge più spettacolari dell’arcipelago. 1382918_10202230823438880_1452200948_n

Isola adatta ai nature lovers e per chi ha voglia di relax al 100%.

dunes-2171299_960_720
Dune di Corralejo. Fonte Pixabay.
squirrel-barbary-3492402_960_720
Lo scoiattolino è un animale molto presente sull’isola. Fonte Pixabay.

GRAN CANARIA

L’isola che conosco un po’ di meno, in quanto ci rimasi poco più di un mese, totalmente diverse dalle prime due, molto più selvagge. Gran Canaria ha molte più cose da offrire, tra spiagge, montagne e foreste. Lo scenario varia totalmente dal Sud al Nord dell’isola. Ricordo che un giorno andai in escursione, partendo dalla calda e soleggiata Maspalomas e mi ritrovai in mezzo alla nebbia, una volta arrivata nella parte settentrionale di Gran Canaria, con uno sbalzo di temperatura di 15 grandi e il tutto ad un’ora di distanza!

1795521_10203056775487165_664906056_n
Le bellissime le Dune di Maspalomas, un piccolo deserto di 25km quadrati tra Maspalomas e Playa del Ingles, nella parte meridionale.

 

Isola adatta a chi cerca relax, ma è anche in cerca di escursioni, di cui l’isola è piena e di vita notturna, molto attiva a Gran Canaria. 😉

TENERIFE

La maggiore di tutto l’arcipelago e forse anche la più famosa, prima di trasferirmi alle Canarie era l’unica di cui sapessi l’esistenza (pardon!). Come nel caso di Gran Canarie, anche qui le attività da fare sono tra le più svariate, dalla pennichella in spiaggia, alle mille escursioni, molto raccomandata è quella al vulcano Teide, che con i suoi 3718 m d’altezza è la vetta più alta di tutta la Spagna, dal 2007 è stato dichiarato dall’Unesco come Patrimonio dell’umanità.

Dalle montagne alle spiaggia più famosa dell’isola: Playa de las Americas, che è anche la via dello shopping e dei mille locali e barettini sulla spiaggia, ideali per un aperitivo fronte oceano.1795665_10203305889394857_1369853295_n

Le spiagge, a differenza di Lanzarote e Fuerteventura sono scure e di conseguenza il mare non presenta quel bel colore cristallino.

1920589_10203305904795242_1845059088_n
Playa del Mèdano, adatta a chi ama kitesurfing.

Isola adatta a chi vuole fare fiesta all night long, a chi ama la vita da spiaggia e ovviamente anche a chi vuole vedere le tante attrazioni presenti sull’isola.

Voi siete mai stati alle Canarie? Quale isola scegliereste per la vostra vacanza?

Al prossimo giro!!

Visita al parco nazionale di Uluru Kata Tjuta.

Oggi, riprende la rubrica sul mio tour in Australia; dopo avervi portato a Melbourne e alla splendida Hamilton island è arrivato il momento di spostarci nel Northern Territory, esattamente nell’Outback australiano, definito come la vera Australia.

Uluru Kata Tjuta, famoso parco nazionale, nonchè Patrimonio Unesco dal 1987, oltre che uno dei tanti simboli australiani. E’ un luogo sacro per gli aborigeni, i quali lo gestiscono, insieme al governo australiano.

_DSC8016
I colori predominanti dell’Outback australiano: rosso, ocra e giallo.

Si può raggiungere la località di Ayers Rock in vari modi, con un road trip oppure, come nel nostro caso via aerea, da una delle tante città “vicine” (si fa per dire, date le enormi distanze australiane). Noi la raggiungemmo da Alice Spring.

Il primo giorno lo dedicammo all’Ayers Rock, più precisamente al tramonto, con partenza dall’hotel nel primo pomeriggio. E’ visibile da decine di km di distanza e poterlo ammirare dal vivo, è stato davvero emozionante! C’è chi lo definisce una roccia in mezzo al nulla, fidatevi che non è assolutamente così, anzi! Se non l’avete fatto dovete inserirlo nei viaggi da fare una volta nella vita.

CURIOSITA’: la nostra guida ci spiegò anche che quello che si vede, non è altro che una piccola parte di questo immenso monolite. Sapevate che la maggior parte della roccia è sotto terra? Sotto i suoi 380 m di altezza, si nascondono ben 7 km sotto la superficie terrestre.

_DSC8023_DSC8026_DSC803920151016_174249

Imperdibile la visita al museo aborigeno Wintjiri Arts & Museum e poter ammirare i dipinti della comunità aborigena locale.

Il secondo giorno, invece sveglia nel bel mezzo della notte, pronti all’escursione che ci avrebbe portati ad ammirare l’alba a Kata Tjuta,

Kata Tjuta è un’altra grande formazione rocciosa, nonchè altra meta turistica importante, casomai decideste di andare ad esplorare il Northern Territory. Si trova a 25  km da Ayers Rock.

Formata originariamente da 36 cupole, ora ne rimangono solo 28. Il monte più alto è quello che da il nome a tutto il gruppo: Monte Olga, alto 545 metri.

20151017_06180820151017_07203820151017_073012

Questo bellissimo parco nazionale è visitabile in ogni periodo dell’anno, ma se posso darvi un consiglio spassionato, evitate di andarci d’estate (la loro estate!), se non volete essere invasi da centinaia di fastidiosissime mosche!

20151016_180101
Le mitiche retine da mosche!!! Aiutoooo!!!

Dopo due giorni nell’Outback australiano eravamo di nuovo pronti a prendere un altro aereo, con destinazione finale a…Sydney!!!

Stay tuned…;)